FCG

Le 8 regole d’oro per conquistare una Donna Matura

Voler conquistare una donna matura è diverso che volersela portare a letto. Preparati, perché per una dai 35 anni in su ti serve una buona dose di resistenza, non tanto fisica, quanto mentale. Sei pronto?

Certo, un mini manuale è un po’ riduttivo, il mondo delle donne mature in cerca di giovani è vasto e tutto da scoprire: questi sono solo consigli, poi ovviamente sarai tu a capire le sue esigenze.

Fase di approccio: studia i suoi atteggiamenti

L’hai vista alla fermata del bus e ti ha colpito al punto da volerla conoscere?

Perfetto! Innanzitutto accennare un sorriso. Niente commenti o apprezzamenti scontati.Devi solo fare una cosa:guardala negli occhi per capire il suo pensiero.

Non fissarla troppo a lungo, risulteresti invadente. Se regge il tuo sguardo, hai suscitato la sua curiosità, se distoglie lo sguardo, non è minimamente interessata. Se è scocciata del tuo intervento, ti guarda con occhi a fessura, aggrottando la fronte. Se ha paura, le sue pupille saranno fisse e dilatate.

Allo stesso modo controlla i suoi gesti. Se prima di parlare con te aveva le braccia distese e di colpo se le avvicina incrociate al petto, è segno di chiusura. Se al contrario, le braccia rimangono aperte, vuol dire che ti sta prestando attenzione.

In base alla sua postura, saprai come comportarti.

Fase di conoscenza: non distrarti Se sei arrivato alla conoscenza, significa che hai destato in lei curiosità: questo non vuol dire che sia pronta a gettarsi tra le tue braccia, anzi! Ricordati che stai parlando con una donna matura, ha molta più esperienza di te, non si aprirà tanto facilmente.

Devi innanzitutto conquistare la sua fiducia

Non essere banale quando parli, e la tua attenzione deve essere solo per lei. Questo significa che se siete al bar e tu continui a guardare il telefono o l’orologio, il due di picche è in agguato. Una donna matura ci mette molto poco a stancarsi, proprio perché sa quello che vuole. E di sicuro non vuole una persona poco attenta.

Il consiglio è di ascoltare molto attentamente per sapere in futuro come stupirla.

La prima uscita: devi essere impeccabile. Superato l’ostacolo della conoscenza, decidete di uscire insieme. E qui arriva il primo problema. 

Tutto dipende quanto l’hai ascoltata. Se è una a cui non piacciono sorprese, non scegliere tu il posto, piuttosto confrontatevi prima e decidete insieme come organizzare la serata. Questo gesto invece non sarà gradito se lei ama le sorprese. Quindi dovrai essere tu a scegliere. Niente uscite banali, potresti farle provare qualcosa che non ha mai fatto. Fai le domande giuste in fase di conoscenza e avrai la strada spianata.

Una volta organizzato l’appuntamento, comunicarle il dress code: la donna matura ci tiene a non fare pessime figure, soprattutto se esce con un ragazzo più giovane.

Devi essere impeccabile, non tanto nell’abbigliamento quanto nei modi: non esagerare con il profumo, ed evita camicie slim trasparenti o aperte per mostrare i pettorali. 

Arrivata ad una certa età, la donna rimane più impressionata dal cervello che dal muscolo. Solo successivamente gradirà anche la tonicità dei tuoi glutei.

Dimostrati un galantuomo anche nei piccoli gesti. Aprile la porta, versale da bere, falla sentire l’unica donna.

Parola d’ordine: falla ridere

Lei ama ridere, non sopporta e persone lamentose e noiose. Se fai parte di queste categorie, molla il colpo fin da subito e concentrati sulle ragazze della tua età.

Devi sapere che ha vissuto sicuramente più problemi di te, da cui ne è uscita. Quindi non è interessata a pallose conversazioni di bambocci vittime del destino. Lei vuole ridere con intelligenza. 

Non è necessario comportarsi da giullare di corte, fare strani versi o, peggio ancora, raccontare barzellette per far colpo.

Cerca di essere il più naturale possibile, scherza con autoironia

 e presta attenzione a come reagisce. In nessun modo fai battute su di lei, aspetta che arrivino direttamente dalla sua voce: in questo modo eviterai spiacevoli ed imbarazzanti silenzi o sorrisi di cortesia.

Devi sapere che la donna matura si sa prendere in giro, ma deve essere lei a farlo, non tu. Sopra i quarant’anni tende ad essere permalosa, per cui una parola sbagliata e ti sei giocato tutto.

Un’ironia sottile denota intelligenza, e questo ci porta al prossimo punto.

Cura il tuo vocabolario linguistico

Una donna matura non è cresciuta sui social, adora le conversazioni costruttive. L’intelligenza è il fattore preponderante nella chimica sessuale. Se hai un vocabolario ridotto, accrescilo, informati in modo imparziale su ciò che accade nel mondo. Ricordati sempre chi hai di fronte: a meno che non sia un’eterna Cenerentola, o la bella addormentata nel bosco, per farle perdere la testa ci vuole del tempo.

Per cui trascorri un piacevole appuntamento senza forzare troppo la mano, ed osserva il suo comportamento, che spiega più di mille parole.

Conquista la sua fiducia. Adesso devi riuscire a conquistare la sua fiducia, e questo è il passo più faticoso.

Finora ti sei concentrato solo su di lei. Ora tocca a te. Che non significa essere egocentrico. Devi semplicemente aprirti con lei, parlare di ciò che cerchi, di quello che ti capita quotidianamente. Questo perché così puoi dimostrare di avere una vita normale, e anche tu hai i problemi quotidiani.

Quando ti chiede che lavoro fai, non è un interesse verso i tuoi soldi, ma per vedere se può fidarsi di te.

Niente sotterfugi o scuse banali. 

Solo la verità conquista la sua fiducia.

Se sei sposato, ammettilo senza troppi giri di parole, starà a lei decidere se continuare con te o lasciar perdere.

Se sei una relazione avviata, non chiedere il permesso per far qualcosa extra coppia, semplicemente avvisala. E qui arriviamo alla prossima regola.

Rispetto ed educazione non significa essere zerbino

Confondere la libertà con il rispetto è una delle scuse più seguite per lavarsene le mani quando si ha un problema. Facciamo un esempio: devi uscire con lei e ti propongono una partita a calcetto, che accetti, dimenticando l’impegno precedente.

Questo è mancanza di rispetto. Ma lo sarebbe anche nel caso opposto. 

Rispetta sempre gli impegni presi per primi, qualunque siano.

 Se te ne dimentichi, avvisi il secondo appuntamento che avevi già preso un impegno. Nel caso del calcetto, non significa essere affetto di zerbinismo, ma semplicemente comportarsi correttamente nei confronti di una persona che si fida di te.

Alla donna matura non pesa se hai altri impegni, quello che non sopporta è che, per te, non esistono priorità. 

Se hai già un impegno, diglielo senza troppi giri di parole, non ti farà pesare la cosa. La farai infuriare se, invece, hai dimenticato l’impegno con lei, e per scusarti esci con frasi “va beh, ma noi ci vediamo tutti i giorni”. Il fatto che tu sia più giovane non significa che ti vorrà ancora vedere. 

Anzi, proprio perché con gli anni ha incamerato diverse esperienze, è facile che ti rispedisca al mittente. 

Non darla mai per scontataA questo punto della relazione, avete raggiunto la vostra complicità, il sesso va alla grande, siete a tutti gli effetti una coppia. 

Non cadere nella trappola della monotonia.

 Che non significa sorprenderla con regali e cose nuove tutte le volte che vi vedete. Vuol dire non avere mai nulla di nuovo da dire, uscire sempre lo stesso giorno e negli stessi locali.

Ogni tanto, fate cose che siano novità per entrambi: aumenterà la complicità tra di voi, perché vivrete insieme per la prima volta qualcosa di nuovo. Ricordati che è la tua donna, non tua mamma

Se scegli una donna matura perché pensi di avere una persona che ti accudisca, ti sbagli di grosso. Probabilmente ha già dei figli, e se non li ha avuti, difficilmente si metterebbe a far la mamma con te. Se avete deciso di convivere, ricordati che non è la tua domestica: decidete insieme i ruoli, equamente distribuiti.

Se invece vivete separati, invitala a casa tua e cucina per lei. Dimostra che sai gestire un appartamento anche senza una donna che se ne occupi.

Gioca sempre con lei

La complicità deve essere il fulcro della vostra relazione. Non credere che una battaglia con i cuscini sia infantile, o stuzzicarsi prendendosi in giro. È il preludio ad un’ondata di passione.

Una prerogativa delle donne mature è essere competitive in qualsiasi situazione, anche quando il gioco si tinge di eros.

Ovviamente non devi trascorrere la relazione come un eterno gioco, anzi. Nei momenti seri, o tristi, non sempre stemperare gli animi con uno scherzo può servire. (Ricordi cosa ti ho detto all’inizio dell’articolo? Le donne, crescendo, diventano sempre più permalose) In questi casi devi conoscerla bene per sapere se vuole conforto o preferisce stare sola.

Quanto tempo trascorre tra una fase e l’altra, non è possibile quantificarlo. Varia molto da donna a donna. Ma se saprai creare la giusta complicità con lei, sarà un’esperienza indimenticabile.

E se invece vuoi creare solo una relazione sessuale?

Al giorno d’oggi grazie al web, sono nati molti portali e community specializzati in milf italiane in cerca di ragazzi giovani e uomini per sesso, prova gratis il sito per fare incontri con milf

Molti pensano che portarsi a letto una donna matura sia più facile perché con meno pretese. Se pensi che per conquistare una donna matura basti essere giovane e tonico, hai preso una grossa cantonata.

Una donna matura, che sia milf, gilf o cougar, che non cerca una relazione seria, non va troppo per le lunghe. Questo non significa che si accontenta del primo che incontra, anzi, è molto selettiva.

Benché esistano donne che non si preoccupano dell’esito del rapporto sessuale, cambiando partner ogni sera, la donna matura cerca qualcuno con cui fare sesso più volte. Il suo punto forte è capire le esigenze del partner, per questo dà il meglio di sé dopo due o tre volte.

In questo caso, non devi dimostrarti né geloso né possessivo, perché si sente svincolata e libera di avere altri rapporti. Prendila solo per ciò che è, una relazione sessuale, e molto probabilmente la prima a stancarsi sarà lei.

Potrebbe interessarti

Scopri tutte le più interessanti attrazioni semisconosciute da visitare assolutamente in alcune splendide città eruopee.